Welcome to Pagoda Hotel Ischia

Autentica perla del Mar Mediterraneo, il Pagoda Hotel sorge su una piccola baia tranquilla e riservata, a pochi passi dal centro di Ischia. La struttura è circondata dalla rigogliosa vegetazione vulcanica dell’isola verde con una vista mozzafiato: solo dieci scalini e potrai tuffarti e ritemprarti nelle acque fresche e cristalline che bagnano il Pagoda.

 

STORIA della  PAGODA  di Ischia

C’era una volta un lago. La sua origine risale alla notte dei tempi: tra il quinto e il quarto secolo avanti Cristo. Plinio scrisse che un giorno sull’isola “allora chiamata Aenaria si aprì la terra ed inghiottì una cittadina e che in seguito a questa catastrofe si formò un lago.

Il 17 settembre 1854 per volontà di re Ferdinando II di Borbone, il lago divenne il porto d’Ischia, accogliente abbraccio per chi vi approda grazie alla sua forma perfettamente circolare. Per l’inaugurazione del porto, fu organizzata una grande festa con un corteo di circa duecento barche che entrarono in solenne sfilata nel porto guidate dalla Lancia Reale cui seguivano alcuni piroscafi militari e una miriade di battelli, gozzi a vela, barche a remi, tutte cariche di persone festeggianti con il Re che assisteva nel punto più alto della piccola collina che si trova all’imboccatura del porto, sul lato ovest, e su cui volle poi costruire un villino in stile orientaleggiante, detto “La Pagoda” circondato da ameno giardino.

La Pagoda, era luogo di festa e di grandi spaghettate che Ferdinando di Borbone offriva agli amici ed ai grandi ufficiali dell’esercito nelle calde sere estive.
Le cartoline illustrate dei primi anni del Novecento che raffigurano la zona del porto offrono la possibilità di vedere “ La Pagoda “ cinese di re Ferdinando. Con il tempo fu poi smantellata anche se il nome Pagoda è rimasto ben impresso sul luogo e alla Baia che ha preso da lì il suo nome.