LA STORIA

Un luogo suggestivo

LA PAGODA

C’era una volta un lago

La sua origine risale alla notte dei tempi, tra il quinto e il quarto secolo avanti Cristo. Per volere di Ferdinando II di Borbone fu aperto un varco e nacque quello che tutt’oggi è il porto di Ischia.
Per l’inaugurazione del porto fu organizzata una grande festa ed il Re costruì una struttura in stile orientale: “La Pagoda”, situata nel bellissimo parco, sul punto più alto della piccola collina, lato ovest, che si trova a due passi dalla Foce e si spinge fino all’ultima estremità del Porto.
La Pagoda costruita per motivo di gioia e crescita, divenne luogo di ristoro per i militari delle flotte dell’esercito e per la famiglia reale ed i suoi ospiti, in pieno stile borbonico.
Il nome Pagoda è rimasto ben impresso nel luogo e oggi la baia adiacente al faro porta il nome Pagoda per ricordare le origini di un punto di svolta per l’intera Isola.

LA FOCE

I pescatori e il canale

Per secoli, fino alla metà dell’Ottocento, il porto di Ischia è stato un piccolo lago di origine vulcanica collegato al mare da un canale artificiale formato da una piccolissima apertura:
“ La Foce “, ancora visibile all’estremità della riva sinistra, caratterizzata da un ponticello di pietre laviche e situata a due passi dalla “Pagoda”. Oggi è interessata da opere di riqualificazione volte a ricordare l’importanza di quel luogo per l’Isola di Ischia. Nel 1850 fu chiusa per l’apertura dell’attuale varco e all’ingresso del ricevimento della struttura del futuro Pagoda sarà possibile prendere un aperitivo ricordando la storia del luogo.

IL FARO

La luce del porto 

Il Faro che si trova all’imboccatura del Porto di Ischia fu ordinato dalla Francia dalla famiglia dei Borbone e fu acceso la prima volta il 15 dicembre 1856. Ad oggi funziona regolarmente ed illumina il punto di arrivo principale, Ischia Porto.
Dalla bellissima terrazza è possibile ammirare il magnifico paesaggio e l’antico faro che di notte illumina il mare.

Luis Vaz de Camões scrisse: “Qui, nel punto in cui finisce la terra e comincia il mare”

×

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

×